neonzine

Milano Design Week 17-22 Aprile

L’esperienza del Fuori Salone ’12.

Il velo di polvere che sembra essersi posato sulla Milano degli ultimi anni che ha un retrogusto un po’ stantio – fatta eccezione di Isola dove da un mese all’altro spuntano grattacieli alla Hong Kong style – viene spazzato via dalla folata d’aria fresca portata, oltre che dal mal tempo, dal Salone del Mobile e ancor di più dal Fuori Salone.
Giovani designer di tutto il mondo espongono in ogni spazio disponibile della tortuosa Via Tortona e in tutti gli altri angoli più brillanti della città.
Il bollino rosso, che denota la Tortona Design week, anche quest’anno ha superato l’esame a pieni voti con idee, colori, spunti e innovazione dediti ad un design che non annoia mai.
Dal Superstudio Più alle corti dei palazzi a ringhiera del più alternativo quartiere milanese, tutto é imbandito d’arte.
Si entra e si esce da uno spazio all’altro sempre più carichi di depliant, biglietti da visita e brochure; stare dietro ad ogni proposta é praticamente impossibile.
Tra le novità più interessanti di quest’anno c’é la vasca da studio, disegnata da Kenya Hara, adatta a qualunque area leaving della casa. La tecnologia Inax permette di immergersi in un “bagno di schiuma”, ottenuto da una miscela di aria ed acqua calda, che regalerà la sensazione di affondare nella schiuma del cappuccino. Il suo scopo? Puro relax, visto che le bolle non sono di sapone!
Idea geniale anche quella di ‘24HOME everyone,everywhere’ che progetta arredi d’emergenza e si presenta con scatoloni a mo’ di poltrone sul marciapiede. Il loro é un “design per homeless”, perché vista la crisi é meglio assumere una buona dose di previdenza.
Grazie al design Canon presentato al Superstudio Più, in Via Tortona al 27, si sarà protagonisti di un percorso nel digital imaging ad alta risoluzione in ‘Neoreal in the forest’, camminando attorno all’installazione delle migliaia di corde di pianoforte con la proiezione di luci e immagini, di Ryuji Nakamura e Nobuhiro Shimura.
Esperienza spettacolare quella offerta da Foscarini con le installazioni video di Massimo Gardone, sempre nello stesso spazio.
Appuntamenti interessanti anche nel Brera Design District e a Porta Venezia, fino al 22 aprile, in gallerie e temporary spaces.
Speciali le installazioni dei chiostri dell’Università Statale, in Via Festa del Perdono, di Akihisa Hirata, Patricia Urquiola per Missoni, Francesco Mendini e Michele de Lucchi.
Se poi a questo si aggiungono party serratissimi, cocktail e aperitivi improvvisati per strada con birre e bevande energetiche offerte dalle migliori marche, e concerti in teatri come il Franco Parenti, l’appetibilità dell’evento sale.
E così le strade milanesi sprigionano energia, pullulano di gente arrivata da tutto il mondo e si colorano di designer incalliti che corrono da uno stand all’altro, diffondendo una creatività che contamina l’atmosfera.

 

Written by: Andrea