neonzine

DREAMING BEAUTIES

Figure femminili sinuose ed eteree che fluttuano nell’aria, installazioni fatte di collage e cosmetici, dipinti di sontuosi lampadari e rivisitazioni delle icone russe. Un percorso sensoriale in cui si giunge ad una visione onirica e quadridimensionale del concetto di bellezza, finalmente libero da ogni meccanismo d’equilibrio.
Una magia realizzata da cinque giovani pittrici, in mostra alla Galleria Crespi di Milano fino al 27 luglio con Dreaming Beauties. Le artiste propongono mondi e stili molto differenti fra loro. C’è Marta Sforni che reinterpreta il concetto di decorazione e propone una riflessione sulla nozione del bello. Veronica Smirnoff che, in onore alle proprie origini, unisce sapientemente le icone russe agli stili contemporanei, Ludovica Gioscia che con un percorso molto personale e rigoroso, indaga il mondo contemporaneo attraverso simboli e manie con derive pop.
E poi c’è Sofia Cacciapaglia, milanese, classe 1983. La più giovane artista in mostra all’ultima Biennale d’arte contemporanea di Venezia. La grandezza delle tele è la sua cifra stilistica. Dipinge figure e nudi femminili, ma anche enormi fiori. “Le mie opere nascono da un’osservazione di me stessa”, racconta la pittrice che ha cominciato la carriera artistica con una mostra a New York nello studio di Fabrizio Ferri, fotografo di fama mondiale. Le sue opere non hanno titolo: “non voglio chiuderle in una dimensione troppo personale. I miei quadri sono anche di chi li guarda”, precisa Sofia.
Per perdersi nelle tele di Sofia Cacciapaglia e delle altre artiste c’è tempo fino al 27 luglio

DREAMING BEAUTIES
GALLERIA RICCARDO CRESPI
VIA MELLERIO 1
20123 MILANO
02.89072491
www.riccardocrespi.com

Written by:Micol Sarfatti