neonzine

Don’t be afraid of the winter time

Aimè siamo alla fine di gennaio e quello che ci aspetta è il mese e mezzo più freddo dell’anno e finite le feste natalizie, il periodo delle cioccolate calde e dei panettoni (questo è il momento della dieta post-abbuffata!), non abbiamo molto con cui viziarci… giusto? Sbagliato!

Il cappotto, il soprabito, le pellicce, insomma tutto ciò che usiamo per scaldarci in inverno sono capi un po’ sottovalutati.
Molte e molti fanno, al momento dell’acquisto del capo invernale, scelte “sicure”, senza osare, optando per il solito cappottino nero… delizioso, sì, ma mettendo in conto che il soprabito è la cosa che portiamo di più nei mesi freddi, quella con cui andiamo in giro, possiamo/dobbiamo osare, esprimere con il solo soprabito un mood che nei mesi più miti esprimeremmo con l’intero outfit.

L’anima chic

Il cappotto raffinato per eccellenza è il celebre color cammello con cintura in vita e chiusura a portafoglio di Max Mara

Il classicone

Beh il classico cappotto nero è un capo che non può mancare nell’armadio di nessuno

Regina delle nevi

Volete essere regine d’inverno? Provate con un cappotto bianco…

Animalier

La fantasia animalier è adatta per qualsiasi capo: scarpe, borse, camicie, gonne e sì, anche cappotti, per essere un po’ una pantera da urban jungle

Fantasy fur

Per le serate più crazy, i party più cool e in concerti in città le eco-pellicce, soprattutto se colorate, sono il feticcio che vi farà splendere tra la folla e vi si noterà fra mille…

Military coat

Inverno da steppa russa? Fascino dell’est? Il military coat per le gelide mattinate di febbraio.

Written by Avant Garden