neonzine

Harmonic Motion / Rete dei draghi

Giocosa, colorata, interattiva: è un’opera d’arte tutta da scoprire e sperimentare la grande installazione site specific Harmonic Motion / Rete dei draghi che l’artista giapponese Toshiko Horiuchi MacAdam ha realizzato al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma, nella sede di via Nizza, per la settima edizione di Enel Contemporanea, fra i più prestigiosi appuntamenti internazionali nel panorama dell’arte contemporanea a cura di Francesco Bonami, che sarà visibile al pubblico a partire dall’8 dicembre e per tutto il 2014.

 

L’opera – Interamente realizzata e intrecciata a mano, dal sapore tradizionale che rievoca l’antica lavorazione all’uncinetto abbinata a forme contemporanee, l’opera è un grande e colorato playground interattivo, pensato dall’artista per adulti e soprattutto per bambini, dove sarà possibile entrare, saltare, rotolare, arrampicarsi, strisciare, appendersi e muoversi attraverso livelli successivi.


Il progetto
Enel Contemporanea è il progetto promosso da Enel che prevede ogni anno la realizzazione di opere sul tema dell’energia da parte di artisti di diverse nazionalità .
Un’iniziativa, alla sua settima edizione, che si propone di esplorare il concetto di energia attraverso il linguaggio universale dell’arte.
Da alcuni anni infatti Enel ha sposato il linguaggio dell’arte contemporanea per la sua capacità di esprimere e trasmettere i valori di innovazione, attenzione all’ambiente e internazionalità, che oggi costituiscono le tre direttrici fondamentali su cui si gioca la sfida di un futuro sostenibile e che in questo momento ben rappresentano il percorso di sviluppo di un’azienda come Enel.


L’artista
– Nata in Giappone, Toshiko Horiuchi MacAdam ha frequentato la Tama Art University di Tokyo, per poi specializzarsi alla Cranbrook Academy of Art negli Stati Uniti. Subito dopo la laurea ha iniziato a lavorare come designer di tessuti per una prestigiosa società newyorkese. Da quel momento ha sviluppato una progressiva ricerca sul tessuto, sulla sua struttura e modalità di applicazione, fino a realizzare opere d’arte esposte in Giappone e a livello internazionale, che hanno dato il via al movimento chiamato “art fabric”.
La riflessione è proseguita e Toshiko ha in seguito maturato la volontà di creare opere che non fossero solo esposte, ma che potessero anche coinvolgere il pubblico. Nel 1990 Toshiko ha così fondato Interplay Design & Manifacturing Inc, insieme al marito Charles MacAdam, con l’obiettivo di sviluppare e promuovere in tutto il mondo le sue sorprendenti sculture tessili e, in particolare, il progetto “public art for kids” che quest’anno giunge per la prima volta in Italia, al MACRO di Roma.
Nel corso degli ultimi 40 anni ha esposto i propri lavori in numerosi musei e gallerie internazionali, in Giappone, negli Stati Uniti, nel sud-est asiatico ecc.. Ha realizzato scenografie, pubblicato svariati testi di riferimento sul tema, è stata nella giuria di premi internazionali e insegna attualmente alla facoltà tessile della NSCAD University (Halifax, Canada). La sua scultura in maglia Atmosphere of the Floating Cube è presente nella collezione del Museo Nazionale d’Arte Moderna di Kyoto. Vive e lavora in Canada.

 

 

Harmonic Motion / Rete dei draghi 2013
MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma
8 dicembre 2013 e per tutto il 2014
Da martedì a domenica, ore 11.00-19.00 / sabato, ore 11.00-22.00
Ingresso gratuito

http://www.museomacro.org/

http://enelcontemporanea.enel.com/