neonzine

Saluti da L’Aquila

Saluti da L’Aquila, è questo il nome dell’installazione ideata da Giuseppe Stampone ed esposta al MACRO in questi giorni. Il progetto rappresenta un’occasione grazie alla quale partecipare attivamente al lavoro di testimonianza e racconto dell’artista.

Le immagini del nuovo volto architettonico dell’Aquila e dei paesi circostanti – devastati anch’essi dal terremoto il 6 aprile 2009 – sono il soggetto delle migliaia di cartoline che Giuseppe Stampone ha realizzato e spedito da gennaio a oggi in tutto il mondo.

Così, dopo aver sviluppato il progetto in diversi luoghi e attraverso più tappe, l’artista organizza oggi un nuovo e massiccio invio dal MACRO. Le cartoline, che ritraggono i più importanti monumenti e luoghi di aggregazione della città, sono state inviate ai responsabili delle istituzioni politiche, ed ai più importanti esponenti della cultura al mondo.

Ai loro destinatari, le fotografie raccontano la storia di uno sviluppo estetico bloccato e rinchiuso tra le impalcature che cingono gli edifici dell’Aquila senza che vi siano lavori di ripristino.

Stampone ha realizzato un’installazione inedita, articolata in tre momenti. Nella galleria bianca del Museo, l’artista presenta tre teche in cui sono affisse centinaia di cartoline prodotte nelle diverse fasi del progetto, mentre su di un tavolo adiacente vengono messe a disposizione del pubblico migliaia di nuove cartoline firmate dall’artista stesso. Ed è a questo punto che entra in gioco la partecipazione attiva del visitatore: chi vuole può compilare un cartolina con l’indirizzo del destinatario e lasciarle in sala. Una volta raccolte, Stampone le spedirà, facendo sì che i Saluti da L’Aquila si diffondano in maniera sempre più ampia e capillare.